News

  • IT.A.CA’ festival del Turismo sostenibile
  • Dal 22 maggio al 5 giugno 2016 Parma è slow, in viaggio con IT.A.CA’ festival del Turismo sostenibile, in cammino con gli asini dall’Appennino al mare, o in fattoria tra bagni di gong e laboratori artistici: ecco Parma come non l’avevate mai vista.

  • Pensi a Parma e ti vengono in mente ottimi cibi, teatro e arte. Certo, Parma è la città della musica, dell’arte e di una delle cucine più famose al mondo, ma è anche un territorio ricco di angoli nascosti, dove è possibile vivere lentamente e scoprire un nuovo modo di viaggiare. E’ quello succederà dal 22 maggio al 5 giugno 2016 in occasione di IT.A.CA’ migranti e viaggiatori il primo e unico Festival del turismo responsabile giunto quest’anno alla sua VIII edizione.

    Come nelle passate edizioni, anche quest’anno IT.A.CÀ coinvolge 7 città fra Emilia Romagna e Trentino. L’edizione Parmense del Festival è promossa da Ecobnb, la community del Turismo Sostenibile, in sinergia con numerose associazioni e realtà locali, con il patrocinio del Comune di Parma e dei Parchi del Ducato.

    Si attraversa l’Appennino parmense fino al mare della Liguria in mountain bike o a piedi con gli asini, scoprendo paesaggi mozzafiato e piccoli borghi fino ad arrivare sulla spiaggia di Sestri Levante (http://ecobnb.it/blog/eventi/cammino-asini-appennino-mare/).
    Si pedala da Parma a Torrechiara, per scoprire il mercato agricolo del contado, visitare il bellissimo castello rinascimentale, e per poi proseguire l’itinerario in bici tra le dolci colline parmensi fino ad una fattoria biologica dove gustare una merenda a km zero, e immergersi nei bagni di gong.
    In città si riscoprono le virtù antiche delle spezie visitando la storica spezieria di San Giovanni, nel cuore di Parma. Si parla di cambiamento climatico, di turismo responsabile e di viaggi alla scoperta dell’agricoltura sostenibile. Ci si trova per una pedalata notturna tra le strade di Parma, assaporando la libertà di una città a misura di bicicletta.
    O ancora, si parte con i bambini alla scoperta di alcune fattorie a pochi chilometri dalla città, dove toccare con mano la natura e la biodiversità, giocare con l’acqua, imparare a fare un orto biologico e molto altro. Si attraversano i Boschi di Carrega in mountain bike, oppure si parte a piedi per un trekking in Val Pessola, fino a raggiungere le magnifiche cascate naturali per una sosta rinfrescante gustando questo angolo insolito di natura parmense.

    Il Festival del Turismo Responsabile It.a.cà a Parma mette insieme tutto questo, per vivere la città e il suo territorio con uno sguardo nuovo, di meraviglia, per scoprire Parma come non l’abbiamo mai vista. Perché, come disse Marcel Proust, il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell’avere nuovi occhi.

    Per informazioni:
    http://ecobnb.it/blog/2016/04/parma-turismo-responsabile/
    info@ecobnb.com